UNA VASCA LUNGA UN GIORNO

Lo scorso venerdì sono andata in trasferta a Casale Monferrato (non proprio all’altro capo del mondo, quindi, per me che abito in provincia di Torino) per assistere a "Una vasca lunga un giorno", una 24 ore di nuoto che ha riscosso un successo notevolissimo, forse inaspettato ma sicuramente meritato. Andrea Tra gli organizzatori il mitico Andrea, detto anche Zozzone a rotelle, che ho conosciuto alla Deejay Ten dove corse con i centurioni del Trio Medusa. Un ragazzo semplicemente straordinario, un’esempio per tanti. Tra i suoi innumerevoli meriti c’è indubbiamente quello di essere riuscito a portare a questa manifestazione i mitici Giorgio, Gabriele e Furio, che ne hanno approfittato per girare un servizio andato in onda a "Le Iene" ieri sera. Trio_020 Per quei 2 o 3 che non lo avessero visto, Domenico Fioravanti, plurimedagliato italiano nel nuoto costretto a smettere per problemi al cuore, ha sifdato in 3 manches 3 atleti diversamente abili. Come già successo ai giocatori della lazio, a Giorgio Rocca ed a Andrew Howe… Le ha beccate di santa ragione! Trio_032 Ed è quindi stato costretto a togliersi il costume come penitenza. Grandissimo lui, grandissimi i ragazzi che lo hanno sfidato, grandissimi tutti coloro che hanno partecipato a questa iniziativa che spero vivamente abbia un seguito l’anno prossimo (e se succede mi impegno solennemente ad imparare a nuotare, così poi qualche vasca me la faccio anch’io!). E grandissimo, inutile che ve lo dica, il nostro Trio, che dopo la fine della realizzazione del servizio si è fermato per più di un’ora a fare foto ed a firmare autografi a tutti, ma proprio tutti coloro che lo desideravano. In una parola, sono semplicemente speciali. Tra l’altro ieri sera sono andati in onda 2 loro servizi: nel secondo erano impegnati a fare barba e capelli ad alcuni nostri deputati. Trio_267 Casualmente quel giorno ero a Roma e passavo dalle parti del Parlamento… Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi!

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

3 risposte a UNA VASCA LUNGA UN GIORNO

  1. mickey ha detto:

    Bellissima questa iniziativa, credo che condividere un pò di tempo con le persone disabili arricchisca molto tutti quanti, è un’esperienza da fare assolutamente…si impara tanto da chi conduce una vita in modo “diverso” dalla nostra, si impara a sorridere, ad affrontare la vita in maniera differente, apprezzando le piccole cose quotidiane…lo consiglio a tutti!!! Buona giornata
    NB: non ho ancora mandato la mail al Trio per ringraziarli per l’autografo lo farò domani promesso…sono sempre incasinata e dimentico le cose, è un disastro guarda…a presto!!!!

  2. andrea, Zozzone a rotelle ha detto:

    brava krimi, bel resoconto!!
    e se non hai ancora visto i numeri fatti un giro nel blog!!
    *********
    aggiungo solo una postilla per mickey: sai, credo che la mia vita non sia tanto diversa da quella di chiunque altro, perchè oltre a mangiare e respirare come tutti, vivo da solo, guido e lavoro sono felicemente fidanzato…insomma, una vita come un’altra no? la differenza è come la affronti la vita, è quello che ti rende diverso da chiunque altro, anche quando è davvero dura e, credimi, ne so qualcosa, bisogna trovare un appiglio al quale aggrapparsi per non mollare mai, e questo può farlo chiunque, con o senza le rotelle…quando avremo capito questo, allora saremo tutti un pochino più uguali… 🙂

  3. mickey ha detto:

    PER ANDREA= Penso che tu abbia frainteso ciò che volevo dire perciò proverò a spiegarmi meglio: non penso assolutamente che una persona su una sedia a rotelle conduca una vita a sè però penso che abbia molto da insegnare a chi gli sta vicino! Anni fa, quando insegnavo, mi è capitato di lavorare con Yassine, un bambino tunisino affetto da meningite costretto a vivere su una sedia a rotelle, privo di parola. Beh, pur non esprimendosi mai lui mi ha trasmesso tantissimo, ogni giorno mi insegnava qualcosa, il suo sorriso valeva più di mille parole!!! Credo che chiunque abbia lavorato con lui (che purtroppo nel 2003 ci ha lasciato!) potrebbe dirti la stessa cosa, grazie a Yassine abbiamo tutti imparato a lamentarci di meno e ad apprezzare più la nostra vita quotidiana, a vivere fino in fondo, giorno per giorno, tutto ciò che ci viene concesso, perchè la vita può essere breve, nessuno sa quale sia il proprio destino… la stessa voglia di vivere me l’hanno trasmessa Louise e Mirko, due bimbi down che ho avuto la fortuna di conoscere sempre nella mia esperienza come supplente…questo intendevo quando ho detto che si impara tanto, credimi, se tutte le persone avessero la mia visione della vita non esisterebbero le diseguaglianze!!!E di certo sparirebbero tutti quegli idioti che parcheggiano nei parcheggi riservati o non permettono a chi vive sulla sedia a rotelle di entrare e uscire liberamente dai luoghi pubblici… ti saluto e ti auguro Buon Natale e Buone Feste!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...