LA MAMMA DEI CRETINI E’ SEMPRE INCINTA

Io ho sempre amato moltissimo il calcio, fin da quando ero bambina. Avevo meno di 10 anni quando ho iniziato a tifare Juve ed a vedere le partite. A 20 ho iniziato ad andare allo stadio, agli allenamenti, ai ritiri di pre-campionato. Ma quando si trattava dello stadio evitavo sempre le partite di cartello o contro tifoserie cosiddette a rischio, e non andavo mai nel cuore della curva, sempre defilata. Tutto questo per evitare di restare coinvolta in tafferugli o cose del genere. Non ho mai accompagnato i miei cugini, quando erano piccoli, per non far correre loro rischi inutili. Calciopoli e varie altre vicissitudini mi hanno fatto staccare in buona parte da questo mondo, però continuo a seguirlo, diciamo con un occhio solo contro i due di qualche tempo fa. Ma con quell’unico occhio continuo a vedere cose allucinanti. Come quello che è successo a Catania ieri sera. Non c’è proprio alcun limite alla stupidità umana. Io vorrei che anche solo uno degli idioti che ieri sera si sono azzuffati con la polizia leggesse questo blog. E si facesse un bell’esame di coscienza, ammesso che ne abbia una ovviamente (e ne dubito). E se fossi certa che sta leggendo, gli direi: ma non ti vergogni? Non ti rendi conto di quello che hai fatto? Non ti rendi conto che hai usato il pretesto di una partita di calcio, uno sport, un gioco, per spezzare la vita di un ufficiale di polizia che ora non vedrà crescere i suoi figli? Se quello che è morto fosse stato tuo padre, o tuo fratello, come ti sentiresti adesso? Ma dubito che tu possa sentire qualcosa, a parte l’odio per le istituzioni forse. E’ banale da dire, ma è tragicamente vero: la mamma dei cretini è sempre incinta. Adesso basta. Bisogna riportare il calcio alla sua dimensione normale. Ci sono troppi soldi e troppi interessi che circolano, presidenti ricattati dagli ultras, doping farmeceutico ed amministrativo, tentativi di corruzione arbitrale e non, scommesse… Ma siamo matti? Come tutti gli sport dovrebbe essere una fonte di divertimento. Invece è sempre più fonte di violenza e di stupidità. Fermare le partite a tempo indeterminato è un buon segnale, abbastanza forte, ma dubito che basti. Se in una scuola dei ragazzi fanno atti vandalici ne pagano le conseguenze. Chi lo fa in uno stadio invece resta impunito. E’ questo che bisogna cambiare. Oltre alla testa di tante, troppe persone stupide ed ignoranti.

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

2 risposte a LA MAMMA DEI CRETINI E’ SEMPRE INCINTA

  1. mickey ha detto:

    Concordo su tutto ciò che dici!!! Io a questo punto sceglierei una punizione esemplare, non devono passarla liscia, non è giusto, quel pover’uomo in fin dei conti non c’è più…è triste pensare che siamo arrivati a certi livelli, per una partita di calcio si ammazza un poliziotto, vicini di casa che ammazzano altri vicini per i rumori…ASSURDO A DIR POCO!!!!! Forse ho scelto la strada giusta, mi sa che la società sta degenerando e che ci sarà sempre più bisogno della figura dello psicologo…

  2. mickey ha detto:

    Concordo su tutto ciò che dici!!! Io a questo punto sceglierei una punizione esemplare, non devono passarla liscia, non è giusto, quel pover’uomo in fin dei conti non c’è più…è triste pensare che siamo arrivati a certi livelli, per una partita di calcio si ammazza un poliziotto, vicini di casa che ammazzano altri vicini per i rumori…ASSURDO A DIR POCO!!!!! Forse ho scelto la strada giusta, mi sa che la società sta degenerando e che ci sarà sempre più bisogno della figura dello psicologo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...