QUALCOSA E’ CAMBIATO?

E’ trascorsa esattamente una settimana dai tragici fatti di Catania (come la stampa ed i telegiornali amano definire quanto accaduto). Si sono dette miliardi e miliardi di cose, tante giuste tante sbagliate, non voglio entrare nel merito di quali fossero sensate e quali no perché mi sembra piuttosto palese. Si sta anche provando a fare qualcosa. Dopo un turno di sospensione delle partite, questo weekend si ricomincia. Un minuto di silenzio su ogni campo in memoria di Filippo Raciti, per tutto il mese di febbraio nessuna partita in notturna, e dove lo stadio non è a norma gli incontri saranno giocati a porte chiuse. E ci sono posti come il Meazza ed il San Paolo che non sono in regola. Questo mi pare debba essere un primo campanello di allarme. Perché i comuni, proprietari degli stadi stessi, non hanno fatto nulla per metterli a posto? Doveva scapparci il morto prima che a San Siro si mettessero in fretta e furia a collocare i tornelli per permettere almeno agli abbonati l’ingresso? Ma non solo. Il decreto Pisanu è applicabile solo dove ci sono oltre 10.000 posti a sedere. Facile eludere la legge chiedendo l’omologazione per un numero di spettatori inferiore. Noi italiani siamo specialisti in questo, è inutile nascondersi dietro un dito. E poi a cosa serve vietare le trasferte ai gruppi di tifosi organizzati? Se vogliono si infiltrano lo stesso. Quello che voglio dire è  che i provvedimenti che sono stati presi, a mio giudizio, non bastano. Siamo noi che dobbiamo cambiare. Noi italiani. Non tutti, per carità. Ma quelli che usano il pretesto delle partite di calcio per aggredire i poliziotti. Quelli che hanno tutto, e per trovare nuovi stimoli si rifugiano nella droga. Quelli che non sanno che fare e scatenano le risse fuori dai locali della Milano bene perché si divertono a picchiare ed essere picchiati. Quelli che lanciano sassi giù dai cavalcavia solo per vedere se la sera al telegiornale parlano di loro. Io queste persone non so neppure come definirle. E probabilmente non meritano neppure che io gli dedichi altro spazio su questo blog. Perché renderli importanti?

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...