COGNE: LO SHOW SARA’ FINITO?

Ieri sera c’è stata la sentenza definitiva sul caso Cogne: Annamaria Franzoni condannata a 16 anni di reclusione per l’omicidio del figlio Samuele. Questa è una delle tante storie che hanno fatto la fortuna di moltissimi giornalisti e programmi televisivi, da tanto se ne è parlato. Ora che è giunta, forse, al suo epilogo, speriamo che la stampa decida di occuparsi di cose più importanti ed utili al cittadino. Riassumiamo comunque in breve i fatti. Il 30 gennaio 2002 Samuele Lorenzi, un bimbo di 3 anni, viene trovato dalla madre nel lettone dei genitori in una pozza di sangue, con il cranio sfondato da un’oggetto contundente che mai si scoprirà quale sia. Il piccolo, ovviamente,  muore per le gravissime ferite riportate. Dopo 40 giorni di indagini Annamaria Franzoni, madre di Samuele, viene iscritta nel registro degli indagati in quanto imputata di omicidio volontario. Cosa sia accaduto di preciso quel mattino nessuno lo sa, e probabilmente non si verrà mai a sapere con certezza, si possono solo fare delle ipotesi. E l’accusa sostiene che sia stata proprio la Franzoni ad uccidere il figlio, presumibilmente perché lo riteneva malato o qualcosa del genere. Lei si è sempre dichiarata innocente con tutte le sue forze, andando spesso ospite in programmi televisivi e piangendo senza ritegno di fronte alle telecamere. In primo grado è stata condannata a 30 anni di galera, ridotti a 16 anni in secondo grado. Ora la conferma di questi 16 anni nell’ultimo grado di giudizio, il prelievo da parte dei carabinieri dalla sua casa nel bolognese e l’accompagnamento in carcere. L’unica chance che le resta è la revisione del processo nel caso in cui, utilizzando tecniche di indagine più sofisticate di quelle attuali, si trovino nuove prove che potrebbero scagionarla. La mia opinione personale sulla vicenda penso sia quella della maggior parte delle persone: ha ucciso lei il bambino, ma non se lo ricorda. Lo ha rimosso dalla mente per lo shock, o per altri motivi che francamente ignoro. E’ certa di essere innocente perché non rammenta di averlo fatto, ma non può essere stata che lei, in quanto non c’è il tempo materiale per l’intervento di una terza persona venuta da fuori, che poi è riuscita a dileguarsi senza lasciare la benché minima traccia. Se fosse colpevole e consapevole di esserlo, con tutte le volte in cui è stata messa sotto torchio, prima o poi si sarebbe contraddetta o sarebbe crollata. Invece non ha mai ceduto, per cui è evidente che nella sua testa non c’è traccia di quello che ha fatto, come se fosse stata sotto ipnosi e le fosse stato impartito l’ordine di dimenticare l’accaduto. E’ possibile che venga mandata in un carcere dove verrà sottoposta a cure per l’igiene mentale, a dimostrazione del fatto che chi di dovere è convinto abbia qualche problema da risolvere. Io mi auguro solo una cosa: che adesso lascino in pace lei, che ha la sua pena da scontare, e la sua famiglia, che ha da fronteggiare una situazione decisamente molto pesante. E di conseguenza noi, che di questa storia ne abbiamo le tasche abbastanza piene.

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a COGNE: LO SHOW SARA’ FINITO?

  1. Ginevrengel ha detto:

    Finalmente è finita anche questa scenata e Vespa nel suo salotto parlerà di altro (forse).

  2. Ginevrengel ha detto:

    Finalmente è finita anche questa scenata e Vespa nel suo salotto parlerà di altro (forse).

  3. tweety74 ha detto:

    finito??? si, forse, dopo altri milioni di edizioni speciali di trasmissioni televisive!!!

  4. tweety74 ha detto:

    finito??? si, forse, dopo altri milioni di edizioni speciali di trasmissioni televisive!!!

  5. mickey ha detto:

    credimi, i valdostani sono quelli che hanno maggiormente le scatole piene di questa storia….non se ne può più, ovunque tu vada se conosci qualcuno e dici :”Sono valdostana!” la prima cosa che ti chiedono è:” Cosa ne pensi della Franzoni?!”……. BASTAAAAAAAAAA!!!!!!! Mi dispiace per quel povero bambino, ma 7 anni di continuo tormento sono troppi per chiunque, è dura sopportare tutta questa morbosa curiosità…son d’accordo, non parlaimone più, lasciamo riposare in pace Samuele…e la giustizia fare il suo corso…senza Vespa e company non si può che vivere meglio!!!

  6. mickey ha detto:

    credimi, i valdostani sono quelli che hanno maggiormente le scatole piene di questa storia….non se ne può più, ovunque tu vada se conosci qualcuno e dici :”Sono valdostana!” la prima cosa che ti chiedono è:” Cosa ne pensi della Franzoni?!”……. BASTAAAAAAAAAA!!!!!!! Mi dispiace per quel povero bambino, ma 7 anni di continuo tormento sono troppi per chiunque, è dura sopportare tutta questa morbosa curiosità…son d’accordo, non parlaimone più, lasciamo riposare in pace Samuele…e la giustizia fare il suo corso…senza Vespa e company non si può che vivere meglio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...