GIORNO DUE: LA PIOGGIA E LA PARTITA

Martedì 17 giugno è stato l’unico giorno in cui siamo state infastidite dal maltempo. Ma questo non ci ha certo impedito di andare in giro. A San Pietro eravamo già state entrambe, però mai insieme. Abbiamo fatto la solita, lunghissima coda per entrare in chiesa, e nel frattempo siamo state deliziate dalla vista di una guardia svizzera tanto immobile ed impettita da sembrare una statua di sale. Dopo aver minuziosamente visitato l’interno non è mancato il giro per le tombe dei papi, con l’abituale folla riunita in preghiera davanti alla lapide commemorativa di Giovanni Paolo II. In seguito Milena ha voluto andare anche in cima alla cupola, mentre io sono rimasta a terra, e poiché iniziava a piovere mi sono rifugiata sotto il colonnato. Quando è tornata ci siamo recate presso la seconda tappa prevista per quel giorno: l’isola Tiberina. Io ero già passata anche da quelle parti, mentre per Milena è stata una novità assoluta. Peccato solo che la pioggia continuasse a cadere ad intermittenza, dando un certo fastidio. Così abbiamo deciso di rinviare a data da destinarsi la visita al terzo obiettivo che ci eravamo prefissate e ci siamo dirette verso la stazione Termini per rifocillarci e fare un giro (al coperto) per negozi. Io e Milena siamo identiche sotto moltissimi aspetti, ma non sotto quello dello shopping. In questi casi lei sopporta pazientemente i miei interminabili giri in librerie e negozi di dischi, mentre io faccio altrettanto con quelli di abbigliamento ed accessori. Quella stessa sera si è giocata Italia-Francia agli Europei di calcio, partita da dentro o fuori. Ho smosso tutte le mie fonti affinché si riuscisse ad organizzare una visione collettiva di questa partita, ma purtroppo chi lavorava, chi studiava, alla fine nessuno è riuscito a farci compagnia. Così, dopo una cena trangugiata con l’imbuto, ci siamo rintanate in un pub (dove non facevano servizio ai tavoli, è la prima volta che mi succede) ed abbiamo visto il primo tempo dell’incontro, mentre il secondo ce lo siamo godute nella nostra stanzetta d’albergo. Non mi aspettavo una Francia tanto allo sbando, come non mi aspettavo una Romania così dimessa nonostante avesse la concreta possibilità di eliminarci dalla competizione a suo vantaggio. Ormai per l’Italia questa competizione è acqua passata, però sul momento è stata una gran bella soddisfazione. Battere i galletti lo è sempre… 😉

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Sport, Viaggi e vacanze e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a GIORNO DUE: LA PIOGGIA E LA PARTITA

  1. Ginevrengel ha detto:

    Veramente originale quel pub! Martedì sarebbe potuta essere una giornata perfetta in tutti i sensi… se solo non avesse piovuto…

  2. Ginevrengel ha detto:

    Veramente originale quel pub! Martedì sarebbe potuta essere una giornata perfetta in tutti i sensi… se solo non avesse piovuto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...