IO C’ERO!!!

Soltanto adesso riesco a fare il resoconto di un weekend che potrò raccontare a figli e nipoti, se mai ne avrò. E mi vanterò per tutta la vita di poter dire che alla processione per San Linus ero presente. Ma andiamo con ordine.

Sabato sveglia presto perché si lavora, fortunatamente senza tensioni. Finisco il turno alle 14.30. Mi precipito a casa, mi faccio una doccia velocissima, e senza nemmeno pranzare esco di nuovo per andare a prendere il treno locale per Torino, sperando che non faccia ritardo perché ho solo cinque minuti di tempo per prendere la coincidenza per Milano. Colgo l’occasione per fare un applauso a Trenitalia perché, per una volta, tutti e quattro i treni che ho preso sono stati puntualissimi, permettendomi così di rispettare in pieno le tempistiche che mi ero prefissata. Riesco quindi a prendere la coincidenza per Milano, e durante il viaggio mi rifocillo con un paio di panini preparati con tanto amore dal mio papà. Giunta in stazione centrale trovo ad attendermi la mia sister Milena, già armata di biglietto giornaliero dell’autobus. Con non poca fatica troviamo l’ingresso della metropolitana, e dopo un cambio di linea usciamo a Piazzale Lotto e ci dirigiamo verso l’ippodromo, dove è allestito il Deejay Village, per andare a ritirare i nostri pacchi gara, sia quelli ufficiali in quanto iscritte a tutti gli effetti alla Deejay Five, sia quelli che servono ad identificare i mille che faranno la processione con il Trio Medusa. Giungiamo sul posto, e con mia enorme sorpresa non troviamo coda in nessuno dei due stand. In compenso, con nostra somma gioia, troviamo il Trio, che ha da poco scoperto la statua di San Linus.

04102008.jpg

Facciamo due chiacchiere soprattutto con Gabriele e con Giorgio, e poi ci diamo appuntamento al mattino successivo proprio al Deejay Village, perché è da lì che partirà la processione. Io e Milena facciamo un salto in albergo per riposarci un po’, dopodiché usciamo a cena, ed a noi si aggrega Moreno, un amico del My Deejay con il quale da tempo cercavamo di incontrarci ma ancora non si era presentata l’occasione. Stavolta non solo lo abbiamo conosciuto personalmente, ma lo abbiamo anche convinto a far parte dei mille! Capacità di persuasione del tutto femminile… Ceniamo, facciamo due passi per il centro di Milano, e verso le 23.15 rientriamo in albergo, con l’idea di andare a dormire presto. In realtà abbiamo chiacchierato almeno fino alla una. Io poi quella notte non ho chiuso occhio, ma non per la tensione o che ne so io: semplicemente mi si è otturato il naso e non sono riuscita in alcun modo a liberarmelo. Solo a me riescono queste cose…

Le sei del mattino sono arrivate in fretta. Siamo uscite verso le sette, ed intorno alle otto eravamo di nuovo al Deejay Village. Il Trio è arrivato poco dopo, e da quel momento in poi non li abbiamo praticamente più lasciati soli. Hanno illustrato dal palco i termini della scommessa con Linus e le modalità di partenza della processione, dopodiché hanno invitato i mille a recarsi presso l’uscita, dove era già stata portata la statua del santissimo. Fuori abbiamo ritrovato Moreno, io ho rivisto anche la mia quasi vicina di casa Simona mentre Milena ha incrociato altre sue amiche. I ragazzi si sono poi presentati, accompagnati dalla banda, in perfetta tenuta da preti, e dopo un doveroso minuto di silenzio e la declamazione di una prima preghiera, la processione ha avuto inizio.

05102008002.jpg

Impossibile descrivere la processione in sé, in realtà: ci si doveva essere. Si sono viste cose che voi umani non potreste immaginare (questa l’ho già sentita…). Ho visto gente travestita da motociclista, da suora sexy, da vedova, da crociato, da domatore, da cardinale; ho visto persone distribuire santini, altre consegnare ostie declamando la frase “Il corpo di Linus”; ho visto carrelli musicali che, quando il cd non saltava, permettevano l’ascolto di canzoni sacre dedicate a san Linus; ho sentito una banda di Parma suonare di tutto un po’, compreso l’inno italiano; ho visto Alberto di Genova e Ciuffo di Barletta, due presenze fisse del programma del Trio; ho visto Carlotta, la moglie di Linus, e Nikki, che correvano entrambi seriamente la Deejay Five, fermarsi per un po’ con noi. Giusto per la cronaca, non eravamo mille, ma 1.200. Ogni ottocento metri circa abbiamo fatto una breve sosta in corrispondenza di un cartello dove veniva indicata una città, con relativa frequenza, dove Radio Deejay non si sente. Ed ovviamente la frase di rito era: “Prova a prenderla”. E noi ce la siamo presa sì, ma un po’ troppo comoda. Dovevamo ultimare la processione in cinquanta minuti. In realtà, dal momento della partenza a quello in cui abbiamo tagliato il traguardo sono trascorsi circa sessantacinque minuti. Poiché però il cronometro della Deejay Five, quando noi ci siamo passati sotto all’arrivo, segnava trentasette minuti, ci siamo permessi di affermare che abbiamo vinto! E la cosa non si può discutere, sotto tutti gli aspetti. E’ una vittoria portare 1.200 persone a camminare dietro una statua di polistirolo del direttore di una radio travestiti in modi improponibili, il tutto per il puro e semplice gusto di passare una giornata in allegria. Credo che solo il Trio abbia una capacità così straordinaria di coinvolgere le persone a fare cose che a qualcuno possono sembrare da pazzi, ma che posso garantire regalano gioie e soddisfazioni incredibili.

05102008004.jpg

Dopo il termine delle gare abbiamo atteso invano al Deejay Village Linus per il confronto diretto. Purtroppo si è poi saputo che ha avuto un mancamento subito dopo aver tagliato il traguardo ed ha preferito, giustamente, andarsene a casa. Io, nel frattempo, ho rivisto con piacere Andrea e Michele, anche se non sono riuscita a salutarli, ed ho avvicinato Laura Antonini, che da tempo mi ero prefissata di conoscere ed ora che ne ho avuto il piacere posso affermare che la mia impressione su di lei era giusta: è una bellissima persona. Abbiamo atteso che il Trio tornasse a vestire abiti civili, dopodiché li abbiamo accompagnati all’uscita e lì li abbiamo salutati. Che dire, io li amo, tutti e tre, punto e basta. Fatto questo abbiamo recuperato i nostri bagagli, che avevamo lasciato in custodia in albergo, ed ognuna ha ripreso la strada di casa, dove io sono arrivata più o meno alle 15.50, completamente distrutta. Ci ho messo due giorni per riprendermi fisicamente. L’età purtroppo avanza inesorabile… Ora attendo con ansia il weekend di dicembre durante il quale il Trio dovrà trasmettere per due giorni di fila. Il diritto di andarli a trovare in radio con il mio vinile me lo sono guadagnato, sono certa che ancora una volta faranno qualcosa di speciale. Come loro.

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Radio, Sport e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a IO C’ERO!!!

  1. ginevrengel ha detto:

    Siete sicuri che qualcuno durante la processione non abbia fatto qualche fattura al Santo?!

  2. ginevrengel ha detto:

    Siete sicuri che qualcuno durante la processione non abbia fatto qualche fattura al Santo?!

  3. ginevrengel ha detto:

    Siete sicuri che qualcuno durante la processione non abbia fatto qualche fattura al Santo?!

  4. mickey ha detto:

    Grande Mary! Ricordati che quelli del nostro anno sono ER MEJO, hanno mille energie, non dire che l’età avanza inesorabile…ti faccio due nomi su tutti…Trezeguet e Luca Toni…sono nostri coscritti, mica pizza e fichi!!!!!!! Buona serata un bacio

  5. mickey ha detto:

    Grande Mary! Ricordati che quelli del nostro anno sono ER MEJO, hanno mille energie, non dire che l’età avanza inesorabile…ti faccio due nomi su tutti…Trezeguet e Luca Toni…sono nostri coscritti, mica pizza e fichi!!!!!!! Buona serata un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...