DI TUTTO UN PO’

Oggi di cose da dire ne ho parecchie, ma vertono tutte su argomenti diversi. Tuttavia non mi pare sensato creare tre post distinti. Faccio quindi un riassunto dei Krimi-pensieri di questi ultimi giorni.

Domenica si è svolto il funerale di mio zio. Superfluo dire che questi momenti siano altamente strazianti, per tutti, amici o parenti non fa differenza. La cosa che più mi ha fatto male però è stato verificare che, nemmeno di fronte ad un evento tanto luttuoso, alcuni miei parenti siano riusciti a mettere una pietra sui loro dissapori personali, e si siano detti alle spalle le peggio cose. Per carità, molto probabilmente queste cose succedono in gran parte delle famiglie, però sono sconcertata lo stesso. Lo trovo senza senso.

Sempre domenica si è concluso il mondiale di Formula 1. E quando Vettel, a due giri dalla fine, ha sorpassato Hamilton, ho per un attimo creduto davvero che il miracolo potesse ripetersi, e che Massa potesse festeggiare il suo primo titolo mondiale. Purtroppo l’illusione è durata fino a due curve dalla fine della gara, quando l’inglese ha sopravanzato Glock (e non voglio fare la maliziosa) agguantando quel quinto posto che gli ha permesso di essere lui il pilota campione del mondo. Bisogna essere sportivi, quindi onore al vincitore, ma Felipe avrebbe meritato il titolo come e quanto Hamilton, e se non lo ha vinto secondo me è solo colpa della scuderia Ferrari, che in diverse gare ha compiuto errori ai box e di strategia veramente da principianti. Ciò nonostante hanno portato a casa il mondiale costruttori, che è comunque qualcosa. Ma attendiamo febbrilmente la rivincita nel 2009, quando le vetture non avranno più alcuna appendice aerodinamica e si tornerà ad utilizzare le gomme slick. Sarà un bel terno al lotto per tutti.

Infine faccio una considerazione molto personale. Cerco spesso su internet news sul Trio Medusa, per essere sempre aggiornata su ciò che fanno, e capita di frequente che in certi blog, o più in generale su alcuni siti, ci siano commenti su di loro. Purtroppo non sempre questi commenti sono positivi. C’è però modo e modo di esprimere un giudizio negativo su qualcuno. Non si può piacere a tutti, e fin qui nulla da dire; le critiche, se sono giuste, ponderate, costruttive ed educate, ci possono stare. Quello che proprio non mi va giù sono gli insulti. La gente ha dimenticato cosa voglia dire essere bene educati. Si possono esprimere sentimenti negativi anche senza fare i cafoni. Purtroppo invece la nostra società brulica di personaggi che non sono in grado di articolare un discorso senza offendere qualcuno. Certo, c’è la libertà di espressione e di parola in questo paese (e Dio ci permetta di poter continuare ad esercitarla), ma di fronte a certe cose che leggo ci rimango veramente, ma veramente male, anche se magari riguardano personaggi che stanno antipatici pure a me. Ma in fondo sono sempre delle persone, degli esseri umani: come ci possono rimanere a leggere certe cose su di loro? Se ci restano come me la rabbia monta, è inevitabile. E per sbollire ci vuole un bel po’ di tempo…

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Radio, Sport e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a DI TUTTO UN PO’

  1. ade ha detto:

    QUANDO HANNO DISTRIBUITO L’EDUCAZIONE L’80% DELLE PERSONE ERANO CHIUSE IN BAGNO………………BACIONI aDE

  2. ade ha detto:

    QUANDO HANNO DISTRIBUITO L’EDUCAZIONE L’80% DELLE PERSONE ERANO CHIUSE IN BAGNO………………BACIONI aDE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...