OGNUNO E’ FATTO A MODO SUO

Il mondo è bello perché è vario, si dice. Ed io sono un tipo che va sostanzialmente d’accordo con tutti, certo ci sono le eccezioni, però siccome vivo e lascio vivere male che mi vada risulto indifferente, e preferisco così piuttosto che essere antipatica. Anch’io sono molto tollerante nei confronti degli altri, è abbastanza difficile che qualcuno mi stia sulle scatole. Però ci sono atteggiamenti che non tollero. Da qualche tempo da me al lavoro è arrivata una ragazza nuova, che se non erro è anche la più giovane di tutti, che ha saputo entrare nel giro giusto, come direbbe Bugo, e sta sfruttando la cosa al massimo delle sue potenzialità. Appena un mio collega si è lasciato con la sua fidanzata storica lei ci si è fiondata addosso, e si sa che spesso se ad un uomo viene offerta una determinata mercanzia lui non si tira certamente indietro. In conseguenza di questa intima amicizia il mio collega, che dovrebbe essere un superiore, per me come per lei, le permette invece di fare ciò che le pare. Così lei usa il telefono dell’azienda per fare chiamate personali, e addirittura fa entrare i suoi amici nelle zone riservate ai dipendenti quando il locale è ancora aperto, senza preoccuparsi minimamente del fatto che altri colleghi la vedano. Già questo è un comportamento piuttosto scorretto, io non mi sognerei nemmeno di fare una cosa del genere. Ma non è finita qui.E’ risaputo che conosco il Trio Medusa, perlomeno qui. Fra le altre mie conoscenze sono in pochissimi a saperlo, tra cui un numero veramente esiguo di colleghi (ai quali non ho potuto evitare di dirlo per giustificare, a volte, certe richieste d’orario). Non so chi sia stato fra questi, anche se lo sospetto, ma qualcuno ha detto a questa ragazza della mia frequentazione con loro. E ieri sera, approfittando del fatto che la clientela era piuttosto scarsa, mi ha fatto il terzo grado su di loro, sulle cose che fanno e sui vip che frequentano. In sintesi, per farla molto breve, ha cercato di capire se c’era modo, attraverso me e poi loro, di arrivare ai suoi idoli, ovvero Anna Tatangelo e soprattutto Gigi D’Alessio. Mi ha infastidito da morire questa cosa. Mi sono trincerata dietro risposte estremanente vaghe e generiche, del tipo “Non so, non gliel’ho mai chiesto e non mi interessa nemmeno saperlo”. E non è una bugia. A me davvero non interessano i dettagli della loro vita personale, non gli domando nulla o quasi, quello che so me lo hanno detto spontaneamente, ed io non indago mai più a fondo. E’ come se, con quelle domande, la mia collega avesse cercato di invadere anche la mia privacy. Ed il tutto non mi ha fatto granché piacere. Basta mia madre a raccontare i fatti miei in giro per tutto il paese, cosa che ha fatto fino a poco tempo fa. Io, al contrario, sono una persona estremamente riservata. E quando accadono queste cose, mi chiudo a riccio ancora di più.

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Lavoro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a OGNUNO E’ FATTO A MODO SUO

  1. marydoggins ha detto:

    il mondo è bello perchè è vario e fa schifo perchè è avariato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...