RIASSUNTO DELLA SETTIMANA: PRIMA PARTE

Ieri, nel tardo pomeriggio, sono rientrata da alcuni giorni di vacanza a Roma. E’ la mia destinazione obbligata appena posso fuggire da qui, perché nella capitale ho amicizie ed interessi. E mi piacerebbe un sacco potermici costruire il futuro. Ma questo è un altro discorso. Sono stati cinque giorni abbastanza tranquilli, devo dire. Stasera riassumo i primi due.

Il viaggio di andata, lunedì, è andato liscio come l’olio, alla faccia del maltempo che continua ad imperversare inesorabile su tutta Italia. Sono quindi arrivata puntualissima al bed&breakfast dove ho prenotato. Un posto a dieci minuti a piedi dalla stazione Termini, molto pulito, gestito da ragazzi giovani e simpaticissimi, con il wireless in camera ed una colazione a dir poco luculliana. Mi ci sono trovata benissimo, e ci tornerò sicuramente. E per sfruttare al massimo il wireless presente in stanza mi sono portata il portatile (scusate il gioco di parole), che ho strausato soprattutto per ascoltare la radio in straming, dato che non c’era il televisore. Ma non ne ho sentito per nulla la mancanza, avevo tutto ciò che mi serviva. Quella sera non sono nemmeno uscita per cena, avevo ancora dei viveri avanzati dal pranzo ed ho dato fondo a quelli.

Il martedì ho iniziato i miei giri turistici. Poiché i posti più famosi della città li avevo già visti più o meno tutti, nei giorni precedenti ho chiesto consiglio a diversi miei amici su qualche luogo magari non famosissimo, ma che valesse la pena visitare. Ed in parecchi mi hanno consigliato di andare al giardino degli aranci situato in cima al monte Aventino, dal quale avrei potuto ammirare una panoramica di Roma degna di una cartolina. E devo dire che ho fatto bene a seguire il consiglio. Io amo i paesaggi, e quelli che ho visto lì meritavano davvero di essere ammirati (alcune foto sono disponibili sul mio My Deejay). Spettacolare soprattutto la vista della cupola di San Pietro. Avendo ultimato rapidamente il giro, poi, ho deciso di iniziare la ricognizione in vista di qualche acquisto da fare, ed ho puntato alcune cose, ripromettendomi di comprarle nei giorni successivi. Ero rientrata in albergo ed attendevo il momento di uscire per la cena quando mi ha chiamato la mia amica Alessandra: tra una lezione universitaria e l’altra è riuscita a trovare un po’ di tempo libero per vederci. Così ci siamo date appuntamento alla stazione Termini, ci siamo prese una cosa da bere, ed abbiamo chiacchierato per un bel po’ del più e del meno. E quella sera ho cercato di andare a letto abbastanza presto: il giorno dopo avevo un appuntamento molto importante….

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi e vacanze e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...