AMAREZZA

E’ esattamente così che mi sento oggi: amareggiata. Molto amareggiata. Ci sono cose che non riesco proprio a capire. Ieri ho saputo che un mio collega, fra una settimana, sarà trasferito nell’altro locale di proprietà del mio principale. Ufficialmente la motivazione è che nell’altro posto occorre che uno dei responsabili della gestione dei turni sia un uomo. Ufficiosamente gira voce che la nostra direttrice abbia voluto sbarazzarsi di un elemento con il quale non è mai andata d’accordo. Ed è questo che non mi va giù. Io e lui abbiamo iniziato praticamente insieme, ed abbiamo lavorato nello stesso team per oltre otto anni. L’ho conosciuto che era diciassettenne, l’ho praticamente visto crescere. Non ho mai avuto alcun tipo di problema con lui. E questo suo trasferimento fa rabbia non solo a me, ma anche a tutti gli altri miei compagni di avventura, che lo hanno sempre stimato ed apprezzato ed ora sono attoniti come e quanto me. Il mio collega non riesce a farsene una ragione, a quanto pare. Si sente scarsamente stimato. Ed al suo posto credo che proverei le stesse, identiche cose. Dopo essersi fatti un mazzo così per tutto questo tempo essere ripagati in un modo simile è vergognoso. Purtroppo noi non abbiamo alcun potere decisionale in merito, per cui non possiamo impedire che questo trasferimento si concretizzi. E di recente questi spostamenti di dipendenti da una sede all’altra sono diventati quasi una consuetudine, giusto per seminare un po’ di malcontento in entrambi i locali. Non mi stupirei troppo se, a breve, venissero a proporre qualcosa del genere anche a me. E francamente ancora devo decidere cosa risponderei. Una cosa è certa: il mio posto di lavoro non è l’isola felice che tanti si immaginano.

Krimi

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Lavoro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a AMAREZZA

  1. Ginevrengel ha detto:

    Uno spostamento non fa mai piacere e poi se c’è un’amicizia dietro è ancor peggio. Perché non si toglie dalle scatole la tua capa? Non sa quante persone renderebbe felici, se al suo posto giungesse un nuovo opersonaggio.

  2. Ginevrengel ha detto:

    Uno spostamento non fa mai piacere e poi se c’è un’amicizia dietro è ancor peggio. Perché non si toglie dalle scatole la tua capa? Non sa quante persone renderebbe felici, se al suo posto giungesse un nuovo opersonaggio.

  3. milena ha detto:

    Ti capisco in pieno …..direi quasi che questo post potrei averlo scritto io !!!
    Che tristezza ….

  4. milena ha detto:

    Ti capisco in pieno …..direi quasi che questo post potrei averlo scritto io !!!
    Che tristezza ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...