CIAO ELISABETH

Non aggiorno il blog da una vita. Mancanza di tempo, di ispirazione, tutta una serie di motivi. Da un po’ di giorni pensavo di tornare a scriverci qualcosa, ma non sapevo bene che cosa. Adesso lo so. Riapro il mio spazio per rendere omaggio ad una persona straordinaria che purtroppo non c’è più.

Ci ha lasciato Elisabeth Tarira, la dottoressa del Cesvi che si occupava del progetto “Fermiamo l’Aids sul nascere” ad Harare, in Zimbabwe. Con la sua costanza e la sua tenacia ha salvato migliaia di vite ed ha migliorato le esistenze di altrettante persone. Ha dimostrato che goccia a goccia, mattone dopo mattone, si formano gli oceani e si costruiscono i castelli. E’ stata un esempio per tanti. Ed io ho il rammarico enorme di non aver mai avuto la possibilità di incontrarla personalmente. Di certo ci sarà chi proseguirà la sua opera. E sarà il modo migliore per tenere vivo il suo ricordo.

Prima di ogni Zozzoni Day Elisabeth era solita scrivere una lettera agli speaker ed agli ascoltatori di Radio Deejay per ringraziarli dell’aiuto che, lei sapeva, sarebbe arrivato da tutti loro/noi. Questa è quella che ha scritto l’anno scorso. E che purtroppo rimarrà l’ultima. Ciao Elisabeth, ci mancherai.

 

Amici italiani,
fratelli carissimi.

E’ con molto pudore che vi scrivo queste poche parole. Conosco le difficoltà
che state attraversando e so che per molti di voi sarà un Natale diverso. Vi
dico solo: grazie. Perché è grazie  a voi che qui nascono tanti bambini
sani. Avete salvato tante di quelle vite che non potete neanche immaginare.
Perché è grazie a voi che tanti orfani stanno imparando un mestiere. Sareste
così fieri di vedere che i banchi dove lavorano hanno il bellissimo adesivo
di Radio Deejay. Negli ultimi cinque anni questo ospedale si è trasformato
grazie alla vostra generosità. E’ grazie a voi che le mamme che aspettano un
bambino e che vengono a piedi da paesi distanti anche centinaia di
chilometri adesso dormono sotto un tetto e non per terra, magari sotto la
pioggia. Abbiamo un sogno: ridurre i bambini infetti che vanno incontro a
morte certa dal 30 al 5% entro il 2015. Sì che possiamo! Sì che è possibile!
Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutati.  Grazie a coloro che avrebbero
voluto e non lo hanno potuto fare. Che Dio vi restituisca moltiplicato per
mille il bene che avete fatto. Grazie a tutti coloro che lavorano a Radio
Deejay: dal primo all’ultimo. Grazie a tutti coloro che ascoltano Radio
Deejay: dal primo all’ultimo.

Che Dio vi benedica tutti

Dal cuore dell’Africa e dal nostro cuore

Buon Natale

Elisabeth Tarira dottoressa del Sant Albert

Annunci

Informazioni su krimi77

Sempre con la valigia in mano, la passione è ciò che mi fa sentire viva.
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Attualità e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...