LE PAROLE SONO IMPORTANTI

Avevo già deciso di tornare a scrivere qualcosa nel blog oggi. Avendo un pochino di tempo libero a mia disposizione, mi pareva giusto aggiornarlo dopo quasi tre mesi. E sapevo anche di cosa parlare. Poi però stamattina è successo un fatto che mi ha messo k.o., non fisicamente, ma moralmente. Ed in casi come questi bisogna pur sfogarsi.

Le parole sono importanti. Bisogna saperle usare, perché possono essere molto pericolose. Possono ferire. E certe ferite non si rimarginano. A me è sempre piaciuto usarle con ironia, con il sorriso sulle labbra, perché amo scherzare. E sono sempre stata convinta del fatto che gli altri lo capissero. Purtroppo invece sono state innumerevoli le situazioni in cui sono stata fraintesa, dando così un’immagine di me completamente distorta rispetto a ciò che sono veramente. Per lungo tempo questo per me è stato un dramma. Un sacco di volte ho dovuto chiarire quale fosse il reale significato delle mie parole. Ma alla fine mi sono stancata di fornire di continuo spiegazioni. Adesso, come diceva qualcuno, francamente me ne infischio se non vengo compresa. Se qualcuno non mi capisce vuol dire che non è alla mia altezza. Ed io vivo benissimo lo stesso.

Stamattina Gabriele del Trio Medusa ha pubblicato quello che potrebbe essere il suo ultimo post nel blog. E questo perché anche lui, come me tante volte negli anni scorsi, è stato frainteso da gente che non ha minimamente capito chi sia lui e come è fatto caratterialmente. Quello che mi sconcerta è che, a causa di pochi, in molti adesso dovranno rinunciare ad un qualcosa che era diventato un piacevolissimo ritrovo quotidiano, dove si poteva parlare di tutto con la massima libertà. Forse dietro ci sono anche altri fattori scatenanti che noi ignoriamo. Ma l’amarezza è tanta e rimane.

Io spero che il nostro amato Barman (così lo chiamavamo noi fedelissimi) ci ripensi. Anche non subito, ma che si renda conto che noi non possiamo fare a meno di lui. Ed a coloro che si sono divertiti a commentare i suoi post per il puro e semplice gusto di affermare il contrario rispetto a tutti gli altri, chiedo solo se si sono divertiti. Noi no.

 

Krimi

Pubblicato in Radio | Contrassegnato , | 9 commenti

UNO SPLENDIDO QUARANTENNE

Dedicato a tutti coloro che oggi compiono 40 anni. Specialmente uno.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/AV-U3QLpdZw" width="425" height="350" wmode="transparent" /]

Pubblicato in Attualità | Contrassegnato , | Lascia un commento

10 DAYS LATER

Diverse persone mi hanno chiesto di raccontare loro com’è andata la festa di fine stagione del Trio Medusa, che si è svolta lo scorso 1° luglio all’Alpheus di Roma. Dieci giorni dopo l’evento riesco finalmente a trovare il tempo per narrarlo a tutte le persone interessate a sapere cosa è stato combinato quella sera.

Il ritrovo per i partecipanti alla cena era stato fissato per le 20 di fronte al locale. Ovviamente ha continuato ad arrivare gente più o meno fino alle 21, ma appena è giunta sul posto la persona con la lista dei prenotati i presenti hanno potuto iniziare ad entrare ed accomodarsi, potendo scegliere se sedersi dentro o fuori. Alla fine non mancava praticamente nessuno o quasi: presente al completo il team di “Chiamate Roma” con la graditissima aggiunta di Alessandra Patitucci e compagno (l’unico assente era Francesco Pezzulli); presente tutto lo zoccolo duro del Medusa Club, quelli che ci sono sempre stati e che sempre ci saranno (anche se gli anni passano e molti iniziano a portare anche i figli alle varie serate); presente anche una discreta rappresentanza delle Lele’s Girls, ovvero le più assidue commentatrici del blog del Trio.

Verso le 20.30 i ragazzi della Locanda dei Girasoli, che si occupavano del catering, hanno iniziato a servire le prime portate e le prime bevande: tutto assolutamente impeccabile. E fra una lasagna ed un piatto di penne al salmone, fra una scaloppina ed un bicchiere di birra, ci sono stati anche alcuni momenti di grandissimo spettacolo. Il Trio ha accolto sul palco una rappresentanza dei ragazzi di Special Olympics, ai quali era destinato l’incasso della serata; Danilo da Fiumicino ha proposto alcuni dei suoi esercizi di ginnastica sedentaria di maggior successo, usando come cavie, fra gli altri, Alberto Remondini e Laura Stellin; Matteo Curti ha tentato di svelare l’identità dello scienziato di Macerata, ma questo aveva un impegno, ed ha quindi delegato Filippo Roma (accompagnato dall’ottimo imitatore Fabrizio Arioli) di fare le sue veci.

Alle 22.30 sono stati aperti i cancelli per coloro che non erano riusciti a trovare posto per la cena, mentre chi era già presente si è spostato in un’altra sala, dove di lì a poco sono iniziate le esibizioni live. I primi a salire sul palco sono stati i Kermit, con uno straordinario Andrea Prevignano alla batteria. A seguire il Piotta, talmente entusiasta del pubblico presente che invece di limitarsi ad un paio di pezzi ha praticamente raddoppiato la durata della sua esibizione. Dopo di lui i Rumatera: assolutamente fantastici. Bravissimi come musicisti e con un’energia straordinaria addosso. Io auguro loro di sfondare anche così, ma se solo cantassero in italiano invece che in dialetto veneto sarebbero davvero degni eredi di Elio e le Storie Tese. Con loro il Trio ha cantato “Sol bareoto del mas-cio”, mentre Massimiliano Troiani, supportato da Francesco Lancia, si è esibito nei tre lanci delle notizie più votati dal pubblico di “Chiamate Roma”.

Poteva anche finire qui. Ed invece no. A quel punto è salito in consolle il Dj Osso. Eravamo all’Alpheus. Il Trio era sul palco. Ci è stato chiesto se volevamo un piccolo Cartoon Party. Ovviamente ce lo aspettavamo tutti. E Cartoon Party è stato. Una mezz’oretta, forse anche meno. Ma ballare e cantare brani come “Daitarn 3” ed “Occhi di gatto”, tanto per fare dei nomi, è un qualcosa che non ha prezzo.

Alla fine il Trio è sceso dal palco lasciando il Dj Pejote a mettere i dischi. Ed a quel punto è scattato il momento delle foto, dei saluti, degli abbracci e dei baci. Ogni anno penso che fare meglio di quello precedente sia impossibile. Ma tutte le volte mi devo ricredere. Una serata meravigliosa. Chi ha Facebook può trovarvi una serie infinita di foto e video e farsi un’idea di ciò che abbiamo vissuto.

Sono passati dieci giorni. Il Trio è in vacanza e tornerà in onda solo il 12 settembre. Quest’estate dovremo avere tanta, tantissima pazienza. A me già mancano moltissimo. Ma fra due mesi si ricomincia. Ed io sono già pronta.

Krimi

Pubblicato in Radio, Ridere | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

1° LUGLIO: GAIA CENA ALL’ALPHEUS DI ROMA

Un applauso a tutti coloro che il 14 giugno, su invito del Trio Medusa, sono andati a donare il sangue. Oltre 200 nuovi donatori sono un risultato straordinario. Siete curiosi di sapere quale sarà il prossimo evento? Ve lo dico subito.

Venerdì 1° luglio si concluderà questa stagione di “Chiamate Roma Triuno Triuno”. Quella stessa sera, all’Alpheus di Roma (via del Commercio 36, zona Testaccio/Piramide/Trastevere) si svolgerà la consueta festa di fine anno. Questa volta sarà una serata un po’ diversa, con cena e concerto, per cui le possibilità sono due: partecipare ad entrambi (dalle 20 in poi al costo di 25 Euro) oppure solo alla seconda parte (dalle 22.30-23 al costo di 10 Euro). Ovviamente ci sarà lo staff al completo del programma, e ad esibirsi saranno il Piotta, i Rumatera ed i Kermit, ovvero la band del Previ. Se volete prenotarvi mandate una mail a barbara@triomedusa.net e specificate quanti siete ed anche se avete qualche intolleranza alimentare. Il catering sarà curato dalla Locanda dei Girasoli (via dei Sulpici 117 a Roma, zona Quadraro, andateci se passate da quelle parti), mentre l’incasso sarà devoluto agli Special Olympics.

Sarà una serata indimenticabile, come tutte le precedenti. I posti sono ovviamente più numerosi rispetto agli anni passati, ma vi consiglio di non perdere tempo e di prenotarvi subito, per non correre rischi. Se ci sarete, ci vediamo lì!

Krimi

Pubblicato in Radio, Ridere | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

ONE NATION ONE DONATION

E dopo aver parlato di un’iniziativa faceta del Trio Medusa quale è stata la cialtronata organizzata all’ultima Deejay Ten di Firenze, è giunto il momento di pubblicizzare un evento, sempre patrocinato da loro, di importanza vitale. E dicendo così non esagero affatto, perché si tratta della giornata mondiale del donatore di sangue, che avrà luogo martedì 14 giugno. Faccio copia ed incolla direttamente dal sito di Radio Deejay.

Martedì 14 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, Il Trio Medusa, in collaborazione con le associazioni e federazioni dei donatori volontari di Sangue, AVIS, CROCE ROSSA, FIDAS e FRATRES, con l’ Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, inviteranno la popolazione italiana a fare un regalo a tutti coloro che necessitano di terapie trasfusionali, effettuando una donazione di sangue.

Le città italiane coinvolte nella manifestazione sono:
ROMA Sede di Radio Deejay Via Cristoforo Colombo 90;

TORINO Piazza Castello;

UDINE Via Mercato Vecchio;

MILANO Piazza Duca D’Aosta (Stazione Centrale);

FIRENZE Ospedale Meyer;

PERUGIA Ospedale Santa Maria della Misericordia;

NAPOLI via Scarlatti, via Roma;

PALERMO Piazza Politeama.

Nelle postazioni indicate sarà possibile effettuare la donazione, mentre i volontari delle quattro associazioni e federazioni di donatori distribuiranno del materiale informativo. Tutte le piazze dove si svolgerà la manifestazione, saranno collegate tra loro in diretta con Chiamate Roma Triuno Triuno.

Per donare il sangue occorre:
Pesare almeno 50 kili.
Avere un’ età tra 18 e i 65 anni se si è già donatori periodici. Non aver compiuto i 60 anni se si è alla prima donazione.
Non bisogna avere fenomeni infettivi o allergici recenti o in atto.
Non bisogna aver assunto aspirinosimili o antidolorifici da almeno 5 giorni (per una dose singola). I giorni diventano 15 se si sono assunte più dosi per più di un giorno. Altri farmaci: da valutare.
Chi assume antiipertensivi o farmaci cardioattivi non può donare.
Le donne dovranno essere distanti dal ciclo, finito o in arrivo, da almeno 6 giorni.
E’ consigliato assumere a colazione un the, un caffè o un succo di frutta. Non latte e cibi solidi.

Se siete interessati a donare basta che compiliate il form presente in questa pagina:

http://www.deejay.it/dj/evento/One-Nation-One-Donation/16/1

L’obiettivo minimo è raggiungere 30 iscrizioni per piazza. Ed è superfluo dire che, se non potete donare quel giorno, potete farlo anche in un altro momento. Se avete i requisiti però non esitate, perché fate del bene a voi stessi e soprattutto agli altri, a maggior ragione visto che si va verso l’estate, periodo nel quale la carenza di sangue è particolarmente pesante. Se invece non avete i requisiti, fate comunque pubblicità all’evento il più possibile. Come sempre in questi casi, c’è bisogno del supporto di tutti.

Krimi

Pubblicato in Radio, Salute e benessere | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

IL GENIO DI LEONARDO

E’ risaputo ormai che, quando il Trio Medusa organizza qualcosa di particolare, io sono sempre pronta a far loro pubblicità e, se posso, a dar loro direttamente una mano. Domenica 29 maggio, a Firenze, si disputerà l’edizione primaverile della Deejay Ten. Ed ovviamente la consueta sfida fra Linus ed il Trio stesso non mancherà.

Questa volta la “cialtronata” di Giorgio, Gabriele e Furio sarà dedicata al genio di Leonardo. Chiunque sia interessato a partecipare per aiutarli, prima di tutto deve iscriversi alla Deejay Five. Il sito di riferimento per tutte le indicazioni in proposito è www.deejayten.it . Una volta effettuata l’iscrizione, sul sito www.deejay.it è già attivo da alcuni giorni un form da compilare per dare la propria adesione a far parte dei (minimo) 100 volontari che correranno per il Trio. Il requisito fondamentale è percorrere i 5 chilometri (scarsi) senza appoggiare i piedi per terra, quindi senza fare alcuno sforzo. Praticamente bisogna farsi trasportare, e per far questo si può utilizzare qualsiasi mezzo di locomozione, basta che sia ecologico.

Se il Trio vincerà, potrà scegliere per una settimana la musica da trasmettere durante “Chiamate Roma Triuno Triuno” (anzi suggeriscono di presentarsi con un cartello con su scritto “Io corro per ascoltare…”); se perderanno, fino alla fine della stagione dovranno affermare che la musica di Radio Deejay è tutta bellissima, cosa francamente opinabile. Cosa aspettate, quindi? Correte ad iscrivervi!

Krimi

Pubblicato in Radio, Ridere, Sport, Viaggi e vacanze | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

TU CHE…

Tu che credi di essere meglio di me, ma presto ti renderai conto che non è così;

Tu che continui a farmi proposte indecenti, e non capisci che se vai avanti prima o poi ti prendi una denuncia per stalking;

Tu che ancora non mi hai fatto capire cosa ne vuoi fare della tua vita, anzi delle nostre vite;

Tu che ti permetti di giudicare senza sapere le cose;

Tu che ti fai plagiare da gente in grado solo di istigare alla violenza, e non comprendi che in questo modo ti rendi ridicolo;

Tu che hai un cuore così grande che il mondo, tutto intero, non ci sta;

Tu che sei un punto di riferimento senza il quale sarei persa;

Tu che dovresti sparire dalla faccia della Terra;

Tu che dovrai prenderti la responsabilità delle tue azioni;

Tu che hai una forza dentro che vorrei avere anch’io.

Le nostre vite sono costellate di incontri con migliaia di persone diverse e di centinaia di differenti situazioni. Ce ne sono alcune che, nel bene o nel male, lasciano in noi un segno più profondo.

Krimi

Pubblicato in Attualità | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

LA CARICA DEI 100.000

Non è uno scherzo. E’ una sfida. Ed io la raccolgo. Il Trio Medusa vuole arrivare a quota 100.000 “Mi piace” sulla sua pagina fan di Facebook entro il 2 di aprile. Se questa impresa fallirà, il Trio minaccia di non essere più in onda a partire da quella data. E credo che moltissima gente (io per prima) avrebbe qualcosa da ridire se questo accadesse davvero. Per cui, cari lettori di questo blog, datevi da fare. Se non avete Facebook, spargete comunque la voce; se ce l’avete, andate immediatamente a mettere il vostro “Mi piace” qui, condividete la pagina dovunque potete ed invitate i vostri amici a fare altrettanto. Lo ripeto, non è uno scherzo. E se l’impresa fallisce, sappiate che sulla vostra coscienza avrete per sempre il peso del non aver fatto nulla per impedire che il Trio Medusa smettesse di trasmettere a Radio Deejay. Fate i bravi!

Krimi

Pubblicato in Radio | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

PRECISAZIONI

Probabilmente il mio post di maggiore lettura (e sicuramente quello che ha ricevuto più commenti) è stato quello del 13 agosto 2010, nel quale ho raccontato il mio approccio negativo con un’azienda della quale evito di fare il nome per non farle ulteriore pubblicità. Alcune persone mi hanno ringraziato per l’avvertimento, altre invece mi hanno criticato sostenendo che dovrei documentarmi prima di parlare. Pur rispettando il parere di tutti, posso garantire che mi sono documentata non bene, ma benissimo, prima di fare certe affermazioni.

Per prima cosa ho letto e riletto il mio post con la massima attenzione, e mi sono resa conto che evidentemente alcuni di coloro che lo hanno commentato non hanno fatto altrettanto. Io non ho mai criticato il sistema del multilevel marketing. So perfettamente che è legale e riconosciuto, e sono altresì convinta che possa rivelarsi davvero una grande fonte di reddito, se usato nel modo giusto e con l’impegno e la serietà giusti. Di certo, per farlo fruttare, serve un minimo di capacità imprenditoriale che forse non tutti possiedono, ma non sarò certo io ad escludere che questo sistema di lavoro possa diventare, in futuro, una miniera d’oro per quanti sapranno sfruttarlo nel modo corretto. Io per prima, nei prossimi mesi, ho in progetto di iniziare un’attività di questo genere, tramite un’azienda che mi sembra seria e che offre una gamma di prodotti e servizi che mi convincono.

La mia reale intenzione era quella di puntare il dito nello specifico contro il comportamento, a mio parere scorretto, di quell’azienda. Prima di imbattermi in quel famoso annuncio già avevo avuto alcune esperienze poco piacevoli con essa. Convinta da altre persone avevo partecipato ad un paio delle loro riunioni, dove mi aveva colpito in negativo l’atteggiamento troppo enfatico che veniva utilizzato. Ciò nonostante ho voluto provare questi prodotti. E se prima di utilizzarli stavo benissimo mentre dopo ho iniziato ad accusare emicranie e vomito mi viene logico pensare che avessero delle responsabilità nel mio malessere. Appena ho cessato il consumo, ho ripreso a stare bene. Di conseguenza, per come sono fatta io, anche se si trattasse della ditta più seria del mondo non venderei mai un suo prodotto, perché questo mi ha nuociuto, e non voglio che la stessa cosa accada ad altri. Sarebbe scorretto, e dal mio punto di vista pericoloso per la loro salute.

Ho passato più di una sera a leggere pareri di medici e gente comune sull’efficacia di questi integratori. Le opinioni sono molto discordanti. C’è chi li santifica e chi, al contrario, li ritiene molto dannosi. Io posso solo basarmi su quanto ho vissuto, che come detto non è stato piacevole.

Come già scritto in precedenza, però, la cosa che mi ha infastidito più ancora di tutto il resto è stata la non correttezza sin dal primo colloquio telefonico. Al mio domandare di quali prodotti si trattasse non mi è stata data risposta, e quando ho fatto presente di aver avuto in passato esperienze negative con quell’azienda mi è stato taciuto che lavorassero proprio per conto loro, che si vantano di vendere solo tramite passaparola e dei quali, invece, negli ultimi tempi non è difficile trovare la pubblicità con noti sportivi come testimonial nelle stazioni ferroviarie o su riviste di varia natura.

Come già accennato prima conto di iniziare, a breve, un’attività basata sul multilevel marketing da praticare nel tempo libero, con la speranza per prima cosa di arrotondare un po’ le entrate mensili, e poi chi lo sa. Se il sistema si rivelerà funzionante ed i prodotti efficaci come sembrano, sarò la prima a tornare qui ed a parlare bene del meccanismo. Ma se pure questo tentativo dovesse rivelarsi un fallimento, allo stesso modo non esiterò a criticare anche quest’altra azienda. Alla prossima puntata, quindi!

Krimi

Pubblicato in Lavoro | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

BUON 2011

E siamo arrivati alla fine di questo 2010. Mi sono ripromessa due cose: niente bilanci di quello che è stato e niente buoni propositi per ciò che verrà. Mi metto semplicemente nelle mani del destino, anche se ovviamente farò di tutto per indirizzarlo nella direzione giusta. Ci sono prospettive interessanti per alcune cose potenzialmente molto belle che potrebbero accadere, ma bisogna comunque mettere in conto che un imprevisto si può sempre verificare. Come si dice, chi vivrà vedrà.

Stasera niente festeggiamenti: domani mattina inizio a lavorare abbastanza presto, per cui giusto un piccolo cenone ed un brindisi a mezzanotte con i miei genitori e nulla più. Approfitterò di altre occasioni per svagarmi con gli amici. A tutti i lettori di questo blog, fissi oppure occasionali, il mio augurio di un 2011 all’insegna della fortuna e della felicità. E fate molta attenzione ai botti!

Krimi

Pubblicato in Attualità | Contrassegnato , | Lascia un commento